Oz presenta

Stage Trapezio fisso: tecnica e creazione

Condotto da Lucia Fusina

Livello intermedio ed avanzato

QUANDO

12 novembre 2016 ore 10.30-12.30 e 13.00-15.00

13 novembre 2016 ore 10.30-12.30 e 13.00-15.00

DOVE

Oz Bologna, Via Stalingrado 59

COSTI e ISCRIZIONI:

è necessaria la tessera associativa AICS 2016-2017 (comprendente assicurazione sportiva) di 20 euro.

La tessera verrà rilasciata in loco il giorno del seminario.

– Per coloro che si iscrivono entro il 7 novembre pagando tramite bonifico bancario lo stage ha un costo di 65 euro (8 ore)

– Pagando il giorno dello stage in contanti il costo è di 85 euro (8 ore)

POSTI LIMITATI!! Per info sulle disponibilità contattare:

Milca: 3408900962 – milca.colombo@gmail.com

Per il Bonifico:

EDEN ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA

IBAN: IT 77 J 07072 02406 029000180609

CAUSALE: Stage Trapezio

Per informazioni contattare

Milca: 3408900962 – milca.colombo@gmail.com

Lo stage ha come obiettivi sia l’incremento del livello tecnico dei partecipanti sia l’acquisizione da parte degli allievi di strumenti per iniziare un percorso personale di ricerca creativa sul trapezio. Per quanto riguarda la parte tecnica, si partirà dalle conoscenze del gruppo e si andrà nella direzione di imparare nuovi elementi e migliorare quelli già noti. Dopo un riscaldamento fisico specifico a terra, vedremo al trapezio alcuni esercizi di potenziamento e di preparazione fisica per poi dedicarci agli elementi tecnici: lavoreremo sia sulla parte statica – figure, plance, prese di piedi etc – sia sulla parte dinamica con slanci e giri di diverso tipo. La parte creativa porterà gli allievi nella direzione di scardinare le proprie abitudini di movimento sul trapezio: trovare nuove transizioni tra le figure, nuovi montaggi per arrivare nelle posizioni classiche, nell’ottica di concepire una routine in aria come un viaggio del corpo nello spazio e non come un insieme di figure indipendenti tra loro. Inoltre si lavorerà alla qualità del movimento – per rendere fluidi i passaggi e più organico il movimento – al ritmo all’interno della routine e alla relazione con il pubblico e con lo spazio circostante. Si faranno giochi di improvvisazione ognuno sul proprio attrezzo e dopo un breve tempo di ricerca personale, si mostrerà al gruppo il risultato in un continuo scambio tra singolo e collettività, con l’obiettivo di crescere insieme e condividere le scoperte.